- PROCESSI E FATTI CURIOSI CHE RIGUARDANO I FANTINI -

Lo Zedde arrestato per traffico di cocaina






Alle prime luci dell’alba di martedì 14 gennaio 2014, nelle provincie di Siena, Napoli, Firenze ed Arezzo, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Siena, hanno dato esecuzione, con l’ausilio dell’Arma locale, a 14 ordinanze di custodia cautelare , di cui 9 in carcere e 4 agli arresti domiciliari, emesse dal G.I.P. di Siena Dott. Ugo Bellini su richiesta del P.M. Dott. Antonio Nastasi per i reati di: estorsione aggravata continuata in concorso (artt. 81, 99, 110, 629 in relazione all’art. 628 co. 3 n.1) e traffico di sostanze stupefacenti (art. 73 D.P.R. 309/90).

Le indagini, condotte per circa un anno dai Carabinieri di Siena in stretta coordinazione con la locale Procura della Repubblica, hanno permesso di fare luce su un consistente flusso di stupefacente del tipo cocaina che partendo dalla città di Napoli, sotto il controllo di due fratelli pregiudicati, giungeva nella provincia di Siena, da dove attraverso una fitta rete di spacciatori veniva immesso anche in altre città della Toscana quali Firenze ed Arezzo nonché sulla costa grossetana e della Versilia. Scoperte anche alcune estorsioni commesse attraverso metodi violenti e minacce gravi ai danni di acquirenti di stupefacente che non riuscivano a saldare i debiti nei tempi previsti.

Tra i personaggi coinvolti, quasi tutti italiani, colpito dalla misura cautelare anche un noto fantino del Palio di Siena e di altre manifestazioni equestri nazionali ed alcuni imprenditori edili e commerciali (due degli incriminati risultano lavorare per un nota catena di supermercati diffusa nella bassa Toscana).

Gli arrestati, secondo quanto diramato dal Comando provinciale dei carabinieri di Siena sono:

AURINO AMEDEO, NATO NAPOLI, RESIDENTE POGGIBONSI, DEL '62
VECCHI GIANCARLO, NATO MANERBIO (BS), DOMICILIATO CASOLE D’ELSA (SI), DEL '62
MORROCCHI MARCO, NATO COLLE VAL D’ELSA (SI), RESIDENTE CASOLE D’ELSA (SI), DEL '71
DONADEO MAURIZIO, NATO NAPOLI, IVI RESIDENTE, DEL '78
DONADEO LUIGI, NATO NAPOLI, IVI RESIDENTE, DEL '70
DEL CUCINA MAURO, NATO MONTEVARCHI (AR), RESIDENTE BUCINE (AR), DEL '69
MONARI JACOPO, NATO SIENA E IVI RESIDENTE, DEL '77
VIZZIELLO GIUSEPPE ALESSIO, NATO FIRENZE, IVI RESIDENTE, DEL' 75
GOLINI MONICA, NATA SIENA, RESIDENTE CASOLE D’ELSA (SI), DELL’81
FARINI GIORGIO, NATO AREZZO, RESIDENTE SUBBIANO (AR), DEL '46;
ZEDDE VIRGINIO, NATO SIENA, RESIDENTE MURLO (SI), DEL '76
RONZULLO ALBERTO, NATO NAPOLI, RESIDENTE POGGIBONSI (SI), DEL '66;
BORZI LEONARDO, NATO SIENA, IVI RESIDENTE, DEL '92

L’indagine ha consentito di accertare i nuovi prezzi al dettaglio della cocaina, ovvero 60-80 euro al grammo, ed un giro d’affari degli spacciatori locali di circa il trentamila/quarantamila euro al mese.

L’operazione è stata denominata convenzionalmente “White Iron” per l’attività di lavorazione del ferro che uno dei personaggi principali aveva intrapreso nella provincia di Siena, la cui azienda era però diventata nel tempo un paravento per camuffare la fiorente attività di spaccio di droga e gli elevati guadagni accumulati.


www.SienaFree.it - Martedì 14 Gennaio 2014

     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena