- PROCESSI E FATTI CURIOSI CHE RIGUARDANO I FANTINI -

L'ubriachezza molesta di Vecchio






2 dicembre 1841 - RAPPORTO GIORNALIERO DEL CAPITANO DI POLIZIA

Alle ore otto della decorsa sera il tanto temibile ladro
Adamo Bracali di Salicotto essendo soverchiamente esilarato dal vino, serviva di pubblico scandalo, e di disturbo alla quiete pubblica, poichè girovagando egli per la via di Camollia molestava i Passeggieri, maltrattandoli senza che gli dassero motivo.
Avuta di ciò notizia il Capo Volante
Pacifico Lenzi, che era di servizio in prima Ronda, si portò in di lui traccia con due Reali Carabinieri, ed avendolo combinato presso Calzoleria, si diede a fuggire, per cui convenne che la Polizia lo inseguisse fino a Pescheria, ove raggiuntolo lo arrestò come inosservante recidivo al precetto serale del quale è vincolato.
Mentre il Lenzi attendeva il custode delle carceri pubbliche per depositarvi il Bracali, questo pessimo soggetto si rovesciò con ingiurie verso del Lenzi e Militari, e inaspettatamente ammenò due colpi pugillatori nel volto al Lenzi, cagionandogli una contusione fra il naso ed il labbro superiore della bocca.
Fu finalmente il ridetto Bracali associato in prigione, e con mio rapporto di stamane farò istanza che sia tenuto a calcolo del suo male operato.


Archivio di Stato di Siena - Governo di Siena 353 - anno 1841

     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena