- PROCESSI E FATTI CURIOSI CHE RIGUARDANO I FANTINI -

Angelo Casagli e la serie di furtarelli






18 marzo 1838 - RAPPORTO GIORNALIERO DEL CAPITANO DI POLIZIA

I cogniti giovinastri
Luigi Medici
Anacleto Masotti di recente tornati dalla casa di correzione, e Angiolo Casagli vincolato di vari precetti disciplinari, tutti di Siena inclinati alle ruberie, verso le ore undici della perduta mattina penetrarono nella dimora di Giuseppe Nannotti a S.Pietro a Ovile, ma non ebbero tempo di commettere il macchinato furto, poichè furono sorpresi, e si diedero alla fuga asportando seco soltanto una boccia di cristallo, che dipoi gli venne ritolta, un'ora dopo s'insinuarono nell'altra abitazione di Luigia Martini di S.Bastiano, e quivi involarono una camicia da uomo, una da bimbo, ed un canovaccio del valore di cinque paoli, e quest'ultimi due articoli furono nel momento reperiti dalla Polizia per essere stata notiziata che il Casagli gli aveva impegnati presso Adelaide Medici, cui gli accettò appositamente, onde far punire lo stesso Casagli, il di lei figlio, ed il compagno Masotti.
Non contenti di ciò penetrarono anche nella casa di Maddalena Fugi bracciante a S.Pietro alle Scale, e portarono via a di lei danno due forchette un coltello, quattro cucchiaj, una piccola spera, ed un pettine d'osso nero, il tutto di modico importare.
Contemporaneamente a quanto sopra giunsi a sapere, che i preavvertiti soggetti pochi gioni addietro eransi parimente introdotti in casa di Pietro Vermigli ombrellajo in via della Morte furando¹ da essa a di lui pregiudizio sette, o otto paoli circa in moneta plateale².
Acquistati che ebbi i materiali occorrenti a sostenerne l'accusa diedi loro debito con mio rapporto dei suaccennati quattro modici furti, e più di continua disobbedienza a tutti i precetti dei quali trovansi vincolati invocando in pari tempo a loro carico una severa punizione ed al seguito dell'ordine ricevuto gli ho fatti tutti tre arrestare, e restringere in carcere segreta.

¹ rubando
² titolo, azione


Nota - A seguito di questi furti il Casagli venne trasferito nella Casa di Correzione di Firenze.


Archivio di Stato di Siena - Governo di Siena 350 - anno 1838

     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena