2 LUGLIO 1956: SOLO DUE BOVI A TRAINARE IL CARROCCIO



Probabilmente pochi posero l'attenzione a una palese anomalia del corteo storico del 2 luglio 1956: il carroccio trainato da un solo paio di bovi invece che dai soliti quattro.
Il perchè di questa stranezza viene raccontato da una vecchia contadina, che abitava a "Le Muricce", podere dove in quegli anni venivano prescelti i bovi per il Corteo Storico.
Era uso che pochi giorni prima del Palio, il Sig. Pieri, direttore della Polizia Urbana, si portasse al suddetto podere con un tamburino per verificare la sopportazione e l'adattamento al rumore dei bovi: se questi si imbizzarrivano o recalcitravano, venivano scartati, se restavano tranquilli e indifferenti, erano invece abilitati a partecipare alla Passaggiata Storica.
Senonchè la mattina del 2 luglio 1956 uno di questi bovi, pur essendo ideoneo, rifiutò di uscire dalla stalla e pertanto venne deciso di portarne solo due.



Erano gli ultimi anni in cui i buoi venivano accompagnati a Siena a piedi.
Da "Le Muricce", giunti a Montarioso deviavano per la strada di Vico Alto, allora sterrata, scendevano alla stazione e, costeggiando le mura, entravano da Porta Pispini fino alla stalla del Comune, in via del Casato. Non dovevano passare dal centro città.
Al termine della carriera riprendevano la via di casa e, rifacendo al contrario lo stesso percorso, rientravano al podere a buio fatto.


     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena