CRONACA DELLA CORSA ALL'ANELLO DI NARNI
8 maggio 2011
Testo e foto di Roberto Parnetti



 
Partenza di un cavaliere e cavaliere sul bersaglio

Al termine di una giostra ricca di colpi di scena, ed alla presenza di un pubblico da record, è il Terziere di Santa Maria a conquistare la vittoria nella 43^ edizione della Corsa all’Anello di Narni. I cavalieri vittoriosi sono Diego Cipiccia, Iacopo Rossi e Marco Diafaldi che hanno totalizzato 180 punti contro i 165 del Terziere Mezule (difeso da Alessandro Scoccione, Fabrizio Fani e Federico Minestrini) e i 120 di Fraporta (con Enrico Giusti, Antonio Spera e Fabio Picchioni).
Un edizione che, fin dalla prima tornata, in totale ne sono state disputate tre con altrettate carriere ognuna, ha registrato il primo colpo di scena con l’abbattimento di una bandierina che delimita il percorso di gara e la conseguente penalizzazione (nella fattispecie al cavaliere Diego Cipiccia).
Nella seconda tornata, a seguito dell’intervento dell’equipe veterinaria, si è dovuti sostituire un cavallo (Amalia di Renaccia montata da Fabio Picchioni) che aveva accusato un lieve infortunio. Il cavaliere è stato quindi costretto a correra la successiva carriera con il cavallo di riserva, Little Joy, ma è incappato in un fuori pista che lo ha escluso dalla gara.
Nella terza tornata si registra la penalizzazione del faentino Marco Diafaldi, per avere abbattuto una bandierina, e la caduta, senza conseguenze ne per il cavaliere ne per il cavallo, di Enrico Giusti. Ma i colpi di scena non si esaurivano con il termine delle tre tornate regolari in quanto, per assegnare il titolo di miglior cavaliere della giostra, si è dovuti disputare una carriera di spareggio tra Fabrizio Fani e Diego Cipiccia con quest’ultimo che otteneva la vittoria con due anelli contro uno.
Il “Bravio per il miglior Terziere” se lo aggiudicava il Terziere Mezuele.
Per il Terziere di Santa Maria è la diciottesima vittoria nella giostra.


       
Diego Cipicca miglior cavaliere della Giostra e i Priori vincenti premiati dal sindaco




     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena