- PAPA ALESSANDRO III (Rolando Bandinelli) -
a cura del dott. Fabrizio Gabrielli



Alessandro III nacque a Siena agli inizi del XII secolo col nome di Rolando Bandinelli. Fu papa dal 1159 al 1181, in un’epoca contraddistinta dalle lotte tra guelfi e ghibellini.

Di origini non illustri, fu canonista e docente di diritto a Bologna. Creato cardinale nel 1150 e cancelliere della Chiesa nel 1153, assistette Adriano IV nelle controversie con l’Impero attirandosi l’ira di Federico Barbarossa durante la dieta di Besançon (1157).

Morto Adriano (1° settembre 1159), fu eletto a larga maggioranza dai cardinali, mentre la minoranza, schierata col partito imperiale, gli contrappose il potente Ottaviano Monticelli (Vittore IV, che venne scomunicato da Alessandro III e costretto a rifugiarsi a Terracina).

Federico Barbarossa, si espresse a favore di Vittore che, in un concilio con forte rappresentanza di vescovi tedeschi, venne riconosciuto pontefice (11 febbraio 1160). Inghilterra, Francia, Spagna e gran parte dell'Italia si schierarono però per Alessandro III.


Ormai in pieno scisma, da Anagni il Papa scomunicò il Barbarossa e i principali sostenitori di Vittore (14 marzo 1160). Rientrato a Roma, egli fu però costretto, sotto pressione imperiale, ad abbandonarla per cinque anni, che trascorse in Francia lottando contro gli antipapi (fatti successivamente eleggere dall'imperatore).

Reinsediatosi in San Pietro (1165) seguì la formazione delle leghe antimperiali (veneta e lombarda) e tentò di fronteggiare ancora Federico che, approfittando della morte di Guglielmo I di Sicilia, ridiscese in Italia e si impadronì di Roma nel 1167. Rientrato l’imperatore in Germania per l’epidemia che aveva colpito il suo esercito, Alessandro III fu a capo della Lega lombarda (1 luglio 1168) e, con l’appoggio del re di Sicilia e dei bizantini, riuscì a piegarlo.

Riconosciuto anche da Federico, il Papa rientrò a Roma nel 1177, dove tenne il Concilio lateranense III (1179), cui convennero oltre trecento vescovi e dove, oltre all'emanazione di 26 canoni disciplinari, fu stabilita la maggioranza dei due terzi dei cardinali per l'elezione del pontefice.

Abile ed energico (ebbe fra l'altro parte importante nella riabilitazione di Thomas Beckett, arcivescovo di Canterbury), per la capacità e le competenze in materia giuridica Alessandro III diede un contributo decisivo alla formazione del diritto ecclesiastico universale. Morì a Civita Castellana nel 1181.

     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena