FURTO CON ASSASSINIO


- Adý primo Settembre 1801 -

Luigi figlio del giÓ Giuseppe Pettini abitante nella Casa presso il Portone di proprietÓ di Giuseppe Pegni nel Comune e Popolo di S.Petronilla in etÓ di anni 42 pass˛ da questa all'altra Vita la Notte antecedente in detta Casa, essendo stato trovato morto nel letto per aver avuto delle Coltellate nella Gola da Persone, che erano alloggiate in detto Luogo, e che gli portarono via denari, e robba, come asserý il suddetto Pegni, quale f¨ il primo, che vedesse un tale spettacolo. Il medesimo diede notizia alla Corte*, quale non manc˛ di farle Visita, avendo dato Ordine darle Sepoltura. Il di Lui Corpo associato* Ó questa Cura di S.Petronilla dÓ i Fratelli della Venerabile Compagnia di S.Caterina in Fonteblanda*, e dÓ i Fratelli della Venerabile Compagnia di S.Bernardino al Prato unitamente con Due Religiosi Cappuccini, e fattole L'Esequie consuete f¨ tumulato nel Campo Santo di detta Cura, et in fede Io sopradetto Parroco mano propria.



* CORTE = AutoritÓ.

* ASSOCIATO = Portato.

* SANTA CATERINA IN FONTEBRANDA = Questa Compagnia Laicale fu eretta nella prima metÓ del XIV secolo in un piccolo oratorio annesso alla casa della Santa. La cappa che indossavano i "fratelli" era bianca e la mantellina nera, con a sinistra l'immagine di S.Caterina. Il 4 marzo 1488 sorse in seno a questa Confraternita, che custodiva i locali dove avevano abitato i Benincasa, anche la Pia Associazione per il trasporto dei defunti. La Confraternita che, secondo il Gigli, godŔ in passato di grandi privilegi, ha oggi cessato di esistere.

Defunti di S.Petronilla

- libro 2707 -