- IL DRAPPELLONE DEL 2 LUGLIO 2007 -

Drappellone del 2 luglio 2007 dipinto da Alessandro Grazi



Piace ai contradaioli il “Cencio rock” di Alessandro Grazi, svelato tra gli applausi nel Cortile del Podestà di Palazzo Pubblico.
“Alessandro Grazi, artista e grafico senese, ci offre qualcosa di diverso, originale - afferma il sindaco di Siena Maurizio Cenni - ma al tempo stesso così rispettoso della tradizione da risolvere questa apparente contraddizione con un dipinto denso, di forte impatto, che della grafica e della pittura riesce a fare una sintesi completa ed imprevedibile, ed apre la lunga estate della città con un'opera che punta non solo sull'impatto emotivo, ma anche sulla capacità di stupire, trovando soluzioni originali”. È un drappellone double face in cui domina il rosso, “un'opera che esplode di colori, sostanza e sangue - dice nella sua presentazione Massimo Biliorsi - Un Palio che guarda al futuro, eppure familiare, con una ispirata cura di disporre i simboli”.
Tra gli elementi più originali, il suono della festa e della senesità rielaborato dal musicista Giulio Stracciati e inserito in un cd all'interno di una tasca segreta sul retro del Drappellone, e le teste dei barberi che sul davanti “sfondano” la regolarità del pezzo di stoffa per proiettarsi all'esterno, richiamando il concetto di libertà, mentre sul retro la seta non è bianca, ma carica di pennellate che raffigurano una testa di cavallo con una spennacchiera bianca.
L'artista la dipingerà dopo la Carriera con i colori della Contrada vittoriosa. I tratti più innovativi convivono nel Cencio con la tradizione dell'iconografia paliesca.
La Madonna di Provenzano nella parte alta, proposta con un “impianto” classico, anche se con particolari che riconducono alla tecnica grafica, gioca sulla prospettiva: da vicino, infatti, i caratteri somatici del volto richiamano le origini delle etnie arabe. Facilmente riconoscibile anche la Chiesa, seppur stilizzata, dove l'immagine sacra è conservata, così come le due figure in basso a concretizzare il concetto e l'importanza del volontariato al quale il Drappellone è dedicato.
Di forte effetto la frase in corsivo scritta da Alessandro Grazi sulla seta: “la mia volontà per la tua salvezza”.


retro del drappellone


     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena