- I DISEGNI DELLE VITTORIE DELLE CONTRADE -

2 luglio 1919




Corsero: Giraffa, Valdimontone, Drago, Tartuca, Aquila, Lupa, Torre, Leocorno, Selva, Chiocciola. Ritorno in piazza dopo la dolorosa interruzione dovuta alla Prima Guerra Mondiale. Favorite assolute erano la Torre con Randellone, l’Aquila con Nappa e la Chiocciola con Picino. Tra questi due ultimi fantini esistevano dei forti rancori personali e Nappa decise di far perder in tutti i modi il Palio al rivale. Partiti primi, infatti, l’Aquila ostacolò energicamente la Chiocciola al primo Casato e nella caduta generale venne coinvolta anche la Torre. Presero la testa Selva e Lupa, ma l’ostacolo reciproco favorì il ritorno di Tartuca e Leocorno con Cispa che portò Giacca al conseguimento di un’insperata vittoria. Il dipinto proposto risulta molto originale. A far da contorno alla corsa una piazza appena abbozzata dominata dai suoi storici palazzi. Anche le contrade partecipanti, allungate verso il bandierino, sono rappresentate con pennellate leggere. Si riconoscono alla perfezione il Leocorno e la Tartuca, i tre scossi e solo alcune delle partecipanti. In alto campeggia la scritta “Palio della vittoria – 2 luglio 1919” a ricordo della celebrazione della vittoria nel conflitto mondiale. In basso il nome della contrada e del fantino vittoriosi. La data del Palio è riscritta anche in basso a sinistra.


copyright Museo Contrada del Leocorno






     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena