Palio di Siena



IL PRIMO FANTINO STRANIERO



Il Bruco è stata la prima contrada a montare un fantino straniero.
Accadde il 2 luglio 1927: il Bruco aveva avuto in sorte un cavallo mediocre, per di più zoppo.
I dirigenti decisero allora di montare Golan Perè che venne soprannominato Alì, un giovane libico che faceva il venditore ambulante.
Alì nel suo Paese d'origine era abituato a montare a pelo, ma l'impatto col Palio non fu dei migliori. Durante la prima prova cadde e fu portato in ospedale per medicare le ferite.
L'avventura di Alì sembrava già finita, ma i brucaioli lo avevano preso in simpatia e nonostante il Bruco fosse stato esentato per le altre prove decisero di montarlo.
L'ordine era quello di tenere d'occhio il Nicchio ed Alì era tanto deciso a rispettare le consegne che pare volesse portare con sè addirittura un coltello.
La sua corsa non fu ovviamente da ricordare, ma Alì entrò ugualmente nella storia del Palio.