- CRONACA DEL PALIO DEL 2 LUGLIO 1838 -



Vinse il Bruco col cavallo bajo castagno di Ermenegildo Barbetti correndoci lo Storto. Dalla mossa escý primo il Nicchio che a S.Martino f¨ passato dalla Chiocciola, e quindi furono prime alternativamente, ed alla terza girata entr˛ primo il Bruco, che era terzo, e non f¨ pi¨ raggiunto. Il Nicchio che si avanzava nella terza girata prima di arrivare a S.Martino cadde inciampando nel cavallo scosso della Tartuca il di cui Fantino era stato tenuto appena data la mossa dalla Civetta e poi dalla Pantera, la quale sebbene fosse una girata indietro, gli diede a correre servendo agli altri d'imbarazzo; perci˛ gli venne proibito di non pi¨ correre in Piazza.


Tratta da: Le Carriere nel Campo e le feste Senesi dal 1650 al 1914 di Antonio Zazzeroni

     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena