- 16 dicembre -

1320: il terremoto







  
Abbiamo notizie di un terremoto che avvenne nel territorio senese e specialmente alle pendici del Monte Amiata nel 1287, senza però alcun notizia specifica in merito.
Cosa diversa per quelli del 1320, come risulta da un testo trascritto nel 1875:

1320 dicembre 16

Furono i maggiori terremoti che mai fossero uditi, ed era si grande il rumore per la città di gridare misericordia, che pareva la città andasse sotto sopra, e tutta la notte la gente andava per le chiese facendo penitenza, e ad ogni ora della notte sonavano le campane del Duomo a martello per li grandi terremoti che venivano; e tutti i frati e i preti, i quali erano per le regole, stavano in orazione e in disciplina a pregare Iddio che levasse questo giudizio, imperocchè molta gente moriva sotto le case, le quali cascavano per li detti terremoti; e molta gente andò ad abitare a Campo ed anco a tutto il prato della Porta Camollia che era pieno di padiglioni e trabacchi.
E l'altro giorno seguente i Sigg. Nove mandaro pregando il Vescovo, che dovesse ordinare una devota processione e pregare Iddio e la sua Santissima Madre, la quale è nostra Avvocata, che per la sua infinita misericordia debbi da noi cessare tanto giuditio. Il Vescovo intese le preghiere de' Sigg. Nove ordinò la predicazione ma anco e soprattutto ordinò che ognuno, compreso li Sigg, Nove, si confessasse e rendesse buona pace l'uno a l'altro e domandando ognuno misericordia delle proprie colpe.
Nella processione molta gente devota andarono scalzi con la corregia alla gola per devozione, e andarono con la detta processione intorno al Campo e poi intorno al Duomo. E come si continuò di fare la processione anco per i Terzi, così si cessò via i terremoti e in capo del terzo giorno totalmente furono iti via .

     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena