- 22 novembre -

1923: venne inaugurato dal Conte Chigi Saracini il "Micat in Vertice"



    


  
Guido Chigi Saracini nacque a Siena l'8 marzo 1880 e studiò al Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze.
Avendo ereditato nel 1906 un ingentissimo patrimonio, cominciò subito ad utilizzarlo per promuovere l'attività musicale nella sua amatissima città di Siena.
Nacque così, l'anno dopo, il Quintetto Senese sostenuto economicamente dal Conte che ne organizzava i concerti devolvendone gli incassi in beneficenza.
Fra le manifestazioni organizzate dal Chigi spicca per importanza l'esecuzione nel 1913 della Messa di Requiem di Giuseppe Verdi nella Chiesa di San Francesco.
Per la personalità degli interpreti - il direttore fu Edoardo Mascheroni, un musicista fra i prediletti da Verdi - e per la relativa rarità del brano, l'evento ebbe grande risonanza nazionale grazie anche alla presenza a Siena di Arrigo Boito, ospite del Conte con cui poi si legò di profonda amicizia influenzandone anche la futura attività.
Alla fine della Prima Guerra Mondiale, alla quale aveva partecipato come volontario, Guido Chigi cominciò un programma di ristrutturazione del Palazzo Saracini teso a renderlo più adatto alle esigenze della musica.
Fu così che il pittore, scultore e architetto senese Arturo Viligiardi trasformò quella che era stata la sala da ballo del palazzo in una sala da concerto che fu inaugurata solennemente il 22 novembre 1923 con il primo concerto di una stagione, tuttora esistente, intitolata dal Conte "Micat In Vertice", un motto ispirato allo stemma di famiglia.
Nel 1939, con il consiglio di Alfredo Casella - che già aveva portato a Siena nel 1928 il VI Festival della Società Internazionale di Musica Contemporanea - Guido Chigi Saracini creò il festival Settimana Musicale Senese.
Ma già nel 1932 egli aveva fondato quei Corsi di perfezionamento che avrebbero reso l'Accademia Musicale Chigiana famosa nel mondo.
Morì a Siena il 18 novembre 1965.

www.archiviostorico.corriere.it - Encolpio Natalia

     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena