- 12 ottobre -

1990: Alessandro Nannini cadde con il suo elicottero





  
La carriera di pilota di Formula 1 di Alessandro Nannini si interruppe il 12 ottobre 1990, per un grave e controverso incidente in elicottero: l'apparecchio, di sua proprietÓ, infatti precipit˛ al suolo, Nannini venne sbalzato fuori per l'impatto ed una delle pale dell'elica del velivolo, sfortunatamente, gli tranci˛ di netto l'avambraccio destro.
Un'equipe di medici, diretta dal prof. Bufalini, riuscý a riattaccarlo dopo un delicatissimo intervento chirurgico, ma la riabilitazione fu molto lenta, complicata e faticosa, e la funzionalitÓ dell'arto, ovviamente, era irrimediabilmente compromessa.
In ogni caso, per Nannini l'avventura in F1 si chiuse qui: negli anni a venire non and˛ oltre un paio di test svolti unicamente per il gusto di riassaporare certe sensazioni.
Archiviata la F1, una volta recuperata (sia pur non del tutto) l'efficienza dell'arto, pass˛ alle ruote coperte.
Nel 1992 partecip˛ al Campionato Italiano Turismo, al volante dell'Alfa Romeo 155. Sempre con la Casa del Biscione, dal 1993 fu impegnato nel prestigioso DTM alla guida della 155 V6 TI e vi rest˛ fino al 1996, in cui corse nel Campionato mondiale ITC, riportando varie vittorie, ma senza mai lottare per il titolo.
Nel 1997, poi, pass˛ alla Mercedes-Benz, con cui disput˛ il Campionato FIA GT.
Al termine di quella stagione lasci˛ le competizioni per occuparsi degli affari della sua famiglia.


     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena