- 25 luglio -

1526: i diavoli a Palazzo dei Turchi





  
La storia del Palazzo dei Turchi, o meglio detto come "Palazzo dei Diavoli", è molto misteriosa, come se il diavolo fosse intervenuto di persona. Sembra infatti che in questo palazzo siano avvenute messe nere, riti satanici, si dimostra persino in architettura.
Sembra infatti che questo palazzo appartenesse, all'ormai famiglia estinta, dei Turchi, come riportato nel portone principale dalla seguente iscrizione: "Palatinum Turcarum".
Abbiamo due ipotesi per questo palazzo:
La prima è quella dove in notti buie alcuni senesi, insospettabili, si sarebbero ritrovati in questo palazzo per celebrare il culto Satanico con sfrenate orgie e messe nere.
La seconda ipotesi fa riferimento alla storia di quel tempo, cioè il 25 luglio 1526. Quando l'esercito inviato contro Siena da Papa Clemente VII e dai fiorentini fu disperso dai soldati della Repubblica, lasciando sul campo carriagi e artiglierie. Una fuga definita "vigliacca" dagli stessi fiorentini, certo sproporzionata alle forze disposte in campo dall'avversario.
Il tutto si ricorda da una lettera scritta da Francesco Vettori il 5 agosto a Niccolò Macchiavelli: "Voi sapete che io mal volentieri mi accordo a creder cosa alcuna soprannaturale; ma questa volta mi pare stata tanto straordinaria, non voglio dire miracolosa, quanto cosa che sia seguita in guerra dal 1494 in qua; e mi pare simile a certe istorie che ho lette nella Bibbia, quando entrava una paura negli uomini che fuggivano, e non sapevano da chi.
Di Siena non uscirono più che 400 fanti che ve ne era il quarto del dominio nostro banditi e confinati, e 50 cavalli leggeri, e fecero fuggire insino alla Castellina 5000 fanti e 300 cavalli, che se pure si mettevano insieme dopo la prima fuga mille fanti e cento cavalli, ripigliavano l'artiglieria in capo a otto ore; ma senza esser seguiti più d'un miglio, ne fuggirono dieci. Io ho udito più volte dire che il timore è il maggior signore che si trovi, e in questo mi pare di averne visto l'esperienza cortissima".
Si, i fiorentini videro i "Diavoli" fuggendo di fronte alle loro orribili facce.


     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena