- 22 maggio -

1895: nacque Dario Neri







  
Il 22 maggio nacque Dario Neri, ricordato per essere stato pittore, xilografo e storico.
Il Neri interruppe gli studi tecnici a cui la famiglia lo aveva indirizzato per dedicarsi all'arte, sotto la guida del pittore e incisore ascolano Adolfo De Carolis. Si presentò in seguito a varie esposizioni nazionali ed estere, riscuotendo sempre il favore della critica e soprattutto del pubblico.
Realizzò tutta una serie di quadri, affreschi e schizzi eseguiti con varie tecniche, di ottimo valore; degna di particolare menzione la raccolta di xilografie dei castelli del piacentino.
Visse quasi sempre nelle crete senesi, di cui, con la sua pittura, fu l'interprete insuperabile.
Sposò una figlia di Achille Sclavo e, dopo la morte di questi, fu a capo del celebre Istituto Sieroterapico Sclavo, svolgendo, in quel ruolo, una proficua attività imprenditoriale.
Fu anche appassionato di editoria; fondò e diresse la Società Editrice Electa, specializzata in pubblicazioni d'arte, ancora oggi pienamente attiva.
Il Neri amò moltissimo Siena e collaborò anche a ricerche storiche e araldiche sulla città.
Esemplare è la pubblicazione del monumentale volume «Il Palio di Siena» (ediz. 1958), realizzato in collaborazione con Giovanni Cecchini, per conto del Monte dei Paschi di Siena; l'opera è ancora oggi ritenuta tra le più documentate sull'argomento Palio.
Non ultimo merito del Neri, inoltre, è quello di essere stato lo scopritore e il valorizzatore dello scultore contadino Alberto Sani. Morì il 28 marzo 1958.

Archivio di Stato di Siena - Cancelleria Criminale - Filza II - n.8 - anno 1815

     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena