- 14 maggio -

1767 e 1809: due Palii straordinari entrambi vinti dalla Torre




I PALII DEL 1767 & 1809



  
Nel 1767, essendo venute in Siena le Loro Altezze Reali il Serenissimo Pietro Leopoldo, Principe Reale d'Ungheria e Boemia, Arciduca d'Austria e Granduca di Toscana, e la di Lui Consorte Maria Luisa, fu, tra le altre feste fatte in Loro onore, fatto in questo giorno correre dal Collegio di Balia un Palio con le Contrade in Piazza del Campo.
Le Loro Altezze Reali assisterono alla corsa dal Casino dei Nobili, mentre tutta la Piazza era gremita di popolo.
Messo ciascuno al suo posto fu data la mossa, e dopo qualche contrasto vinse la Torre correndoci il fantino soprannominato Bastiancino (Mattio Mancini).




Nel 1809, in occasione della venuta nella nostra cittą della gran duchessa Elisa governatrice di Toscana sorella di sua maestą Napoleone imperatore dei Francesi, fu fatto dalla mairie di Siena correre un Palio alla Tonda di talleri quaranta, che vinse la Contrada della Torre col fantino Biggieri nel cavallo bajo scuro di Giuseppe Manetti.



Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila e da "Memorie di Palio a cavallo tre secoli" a cura di Paolo Tertulliano Lombardi

     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena