Cronache dei Palii del 1895

2 LUGLIO 1895


I migliori cavalli toccarono al Montone e alla Torre; discreto al Nicchio; mediocri alla Lupa e Giraffa, cattivi alla Pantera, Selva, Tartuca, Oca ed Unicorno.
Non essendosi durante le prove pienamente conosciuta la forza del cavallo della Torre, tutto faceva prevedere che il palio sarebbe stato facilmente vinto dal Montone, ma non fu così, perchè dopo molta gara il palio fu vinto dalla Torre.
Fu una bellissima corsa di cui da lungo tempo non s'era visto l'uguale.
Scappò prima la Lupa, che a S.Martino fu passata dal Nicchio, Giraffa, Montone e poi dopo poco dalla Torre. Il Montone che come ho detto aveva un bellissimo cavallo fu, appena data la mossa, messo in mezzo dalla Tartuca, Selva, Giraffa e Unicorno che a furia di nerbate gli impedirono di acquistare terreno. Al Casato al 1° giro si trovarono tutti insieme Nicchio, Giraffa e Montone; subito la Giraffa fu passata dal Montone e subito dopo dalla Torre, mentre il Nicchio mantenevasi sempre primo. Alla Fonte al 2° giro la Torre entrò seconda passando il Montone, così si mantennero fino al 3° giro a S.Martino dove la Torre passò il Nicchio, ma alla Cappella entrò nuovamente primo il Nicchio. Nel salire al Casato la Torre potè prendere la parte dello steccato e passare il Nicchio, e così non più raggiunta da alcuno vinse il palio.
Alla vincita arrivò secondo il Montone che passò il Nicchio sotto Casa d'Elci, 4ª Lupa, 5ª Giraffa, 6ª Pantera, 7ª Selva, 8ª Oca, 9ª Tartuca, 10° Unicorno. Non si ebbe a lamentare alcuna caduta.



La sera del dì 11 Agosto successivo fu dalla Contrada della Torre solennemente festeggiata questa vittoria, con illuminazione della Via Salicotto e cena in detta via.

16 AGOSTO 1895


I migliori cavalli toccarono alla Torre e alla Tartuca, discreti alla Lupa e Montone, mediocri alla Pantera ed Unicorno; cattivi all'Oca, Onda; Giraffa e Chiocciola.
Il palio fu vinto dalla Tartuca. Quando quasi tutti i cavalli furono fra due canapi, la Pantera saltò quello anteriore, senza che caddero né cavallo né fantino. Furono quindi fatti tutti uscire, e fattili poi rientrare fu data la mossa, nella quale partirono prime Lupa e Torre, 3ª la Tartuca.
Giunti a S.Martino la Lupa che era di dentro strinse talmente la Torre contro i materassi che la fece soffermare, e allora la Tartuca da 3ª passò prima, e tale si mantenne per tutto il resto della corsa, riuscendo così vincitrice. La Lupa e la Torre continuarono a nerbarsi fino al 2° giro alla pianata dove la Torre potè finalmente passare la Lupa, che alla 3ª girata al Casato fu passata anche dal Montone.
Alla vincita arrivarono nell'ordine seguente: 1ª Tartuca, 2ª Torre, 3° Montone, 4ª Lupa, 5ª Pantera, 6ª Chiocciola, 7ª Giraffa, 8ª Onda, 9ª Oca. L'Unicorno cadde al 1° giro a S.Martino insieme al cavallo, mentre era quarto.

Testi tratti dai quaderni di S.Griccioli, descrizione Palii dal 1884 al 1902, foto dei drappelloni da "Pallium"